Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
progetto
corso
stampa
workshop
evento
premio
Eventi

la forma del libro einaudi

la forma del libro Einaudi 
una importante storia grafico editoriale in sei appuntamenti
un progetto a cura di Claudio Pavese

07 agosto 2020 ore 18.00 | OCRA Montalcino (SI)
l’ingresso è consentito ad un numero massimo di 15 persone, previa prenotazione a info@ocramontalcino.it o via whatsapp al +39 3882547494
Ingresso libero

La vicenda che tratteremo in questi sei incontri cercherà di delineare, con grande dovizia di immagini, lo sviluppo e l’evoluzione della forma del libro Einaudi, quella casa editrice che attorno agli anni sessanta fu definita da molti la più grande al mondo.

Grande per vastità delle branche del sapere indagate, grande per serietà di approfondimento e professionalità delle collaborazioni. Ma, soprattutto, la Casa Einaudi è ancora oggi vissuta come “grande”, nella memoria collettiva di quanti amano il libro, per le scelte che da sempre ha saputo adottare proprio in termini di estetica del prodotto editoriale e di impostazione grafica, dimostrando, per tutto il corso della sua storia, di mettere in primo piano il rispetto per il lettore e il proprio amore per l’attività svolta.

Sicuramente dal 1933 al 1983 due intere generazioni si sono formate grazie ai libri Einaudi; due generazioni di lettori che in quei cinque decenni hanno “attinto” ai libri della Casa editrice torinese e in questi hanno trovato un punto di riferimento fondamentale per la loro formazione.

Ripercorrere la storia della casa editrice nei suoi primi cinquant’anni equivale a ricomporre il ritratto di quelle generazioni e a rivivere un capitolo importante della storia della cultura italiana più recente.

Proprio in riferimento all’estetica delle pubblicazioni della Casa, in apertura del capitolo “La forma del libro”, nel suo Colloquio con Giulio Einaudi, Severino Cesari poneva questa domanda:” …un libro Einaudi è anche la sua forma, che è cambiata nel tempo fino a raggiungere una sua tipica bellezza. In origine sono le linee classiche dei “Saggi”, si potrebbe dire il vecchio libro universitario fatto bene. Poi copertine molto pittoriche. Negli anni Cinquanta, anzi fine Cinquanta primi Sessanta, c’è un salto, un tratto unico e riconoscibile pur in collane differenti e anche di massa, mentre il libro diventa un tutto omogeneo e “di serie” anche se mantiene la qualità fuoriserie in ogni dettaglio. Che cosa è successo? Una mano unica, una felice invenzione? Come è nato insomma quell’oggetto che, a cominciare dalla copertina, siamo abituati a chiamare Libro Einaudi”?

In questi incontri cercheremo di dare risposta a questa domanda.

Inoltre ogni appuntamento sarà caratterizzato da una “sorpresa finale”;  al termine della serata sarà “svelato” un libro cult rarissimo, in prima edizione originale, che contraddistinse fortemente il periodo trattato.

Calendario 

  1. Le origini (’30 – ’35)
    venerdì 10 luglio 2020 ore 18.00
  2. Gli anni epici (’36 – ’43)
    venerdì 7 agosto 2020 ore 18.00
  3. Il periodo del commissariamento sotto la RSI (’43 – ‘45)
    venerdì 11 settembre 2020 ore 18.00
  4. La stagione della sperimentazione (’45 – ’47)
    venerdì 02 ottobre 2020 ore 18.00
  5. La strada dell’equilibrio e della funzionalità (’47 – ’55)
    venerdì 23 ottobre 2020 ore 18.00
  6. L’Einaudi di Bruno Munari (’55 – ‘83)
    venerdì 13 novembre 2020 ore 18.00

Il calendario è provvisorio, potrebbe subire variazioni. Gli eventi saranno gestiti in ottemperanza alle norme vigenti in materia di contenimento del virus COVID-19. Per quanto possibile gli eventi si svolgeranno in aree esterne.